Tiger-Vac

Tel: (39) 051 79.53.52

Applicazioni: Zone e Categorie ATEX

Classificazione delle zone pericolose negli ambienti di lavoro in base alla Direttiva 99/92/EC

Zonizzazione in relazione alla presenza di gas

Zona 0:
Area in cui è presente in permanenza, per lunghi periodi o frequentemente un'atmosfera esplosiva consistente in una miscela di aria e di sostanze infiammabili sotto forma di gas, vapore o nebbia.

Zona 1:
Area in cui la formazione di un'atmosfera esplosiva, consistente in una miscela di aria e di sostanze infiammabili sotto forma di gas, vapori o nebbia, è probabile che avvenga occasionalmente durante le normali attività.

Zona 2:
Area in cui durante le normali attività non è probabile la formazione di un'atmosfera esplosiva consistente in una miscela di aria e di sostanze infiammabili sotto forma di gas, vapore o nebbia o, qualora si verifichi, sia unicamente di breve durata.


gas_zone_1  

Gas: esempio di zonizzazione per attività di travaso liquidi 

gas_zone_2

Polveri: esempio di zonizzazione per attività di riempimento vagoni mediante silo (la zona bianca indica "assenza di pericolo")

©Valérie Causse

Zonizzazione in relazione alla presenza di polveri


Zona 20:
Area in cui è presente in permanenza, per lunghi periodi o frequentemente un'atmosfera esplosiva sotto forma di nube di polvere combustibile nell'aria.

Zona 21:
Area in cui la formazione di un'atmosfera esplosiva sotto forma di nube di polvere combustibile nell'aria, è probabile che avvenga occasionalmente durante le normali attività.

Zona 22:
Area in cui durante le normali attività non è probabile la formazione di un'atmosfera esplosiva sotto forma di nube di polvere combustibile o, qualora si verifichi, sia unicamente di breve durata.

 

FigurA 6: esempio di classificazione di aree a rischio di esplosione di polveri in base alla norma cei en 61241-10

dust_risk_area

R.Stahl Explosion Protection

Categorie per aspiratori antideflagranti come definite nella Direttiva 94/9/EC

Categoria 1:
Comprende gli apparecchi progettati per funzionare conformemente ai parametri operativi stabiliti dal fabbricante e garantire un livello di protezione molto elevato. Gli apparecchi che rientrano in questa categoria sono destinati all'uso in ambienti in cui sono presenti in permanenza, per lunghi periodi o frequentemente, atmosfere esplosive causate da miscele di aria e gas, vapore o nebbia o da miscele di aria e polveri. Gli apparecchi che rientrano in questa categoria devono garantire il livello di protezione richiesto, anche in caso di anomalie eccezionali, e sono caratterizzati da mezzi di protezione tali che:

  • in caso di guasto di uno dei mezzi di protezione, almeno un secondo mezzo indipendente assicuri il livello di protezione richiesto;
  • oppure, qualora si verifichino due guasti indipendenti l'uno dall'altro, sia garantito il livello di protezione richiesto.

Categoria 2:
Comprende gli apparecchi progettati per funzionare conformemente ai parametri operativi stabiliti dal fabbricante e garantire un elevato livello di protezione. Gli apparecchi che rientrano in questa categoria sono destinati all'uso in ambienti in cui è probabile che si manifestino atmosfere esplosive causate da miscele di aria e gas,vapore o nebbia o da miscele di aria e polveri. I mezzi di protezione degli apparecchi che rientrano in questa categoria devono garantire il livello di protezione richiesto, anche nel caso di anomalie ricorrenti o di difetti di funzionamento di cui occorre normalmente tenere conto.

Categoria 3:
Comprende gli apparecchi progettati per funzionare conformemente ai parametri operativi stabiliti dal fabbricante e garantire un livello di protezione normale. Gli apparecchi che rientrano in questa categoria sono destinati all'uso in ambienti in cui è improbabile che si manifestino atmosfere esplosive causate da miscele di aria e gas, vapore o nebbia o da miscele di aria e polveri, o, qualora queste si manifestino, ciò avvenga solo raramente e per breve durata. Gli apparecchi che rientrano in questa categoria garantiscono il livello di protezione richiesto durante le condizioni di funzionamento normale.

(torna su)

Riferimenti

BARTEC's Basic concepts for explosion protection
Author: Dr.-Ing. Hans-Jürgen Linström

STAHL's Basics of dust-explosion protection
04/2004

INRS - Explosion et lieu de travail
24/02/2006

Riferimenti ATEX su internet

Linee guida ATEX
http://ec.europa.eu/enterprise/atex/guide/index.htm

You are here